Categorie articoli
Ultimi commenti inseriti

07/11/2013

Come condurre efficacemente una riunione


l conduttore deve favorire un'atmosfera distesa, in cui non ci sia spazio per criticare o ridicolizzare gli interventi dei partecipanti, che al contrario vanno incoraggiati.

Inserito in: Riflessioni psicologiche e del lavoro
Autore: Master Mind

La conduzione efficace è un aspetto fondamentale per la determinazione del successo di una riunione. Quali sono i risultati di una buona conduzione?
- partecipazione attiva del gruppo
- predisposizione all'ascolto e alla condivisione
- volontà di partecipare attivamente al raggiungimento dell'obiettivo
- concentrazione e chiarezza
- capacità di gestire i momenti di conflitto
- supporto nelle fasi difficoltose
- rispetto dell'ordine del giorno.
Il conduttore deve favorire un'atmosfera distesa, in cui non ci sia spazio per criticare o ridicolizzare gli interventi dei partecipanti, che al contrario vanno incoraggiati. Deve tenere presente che ad influenzare l'armonia di un gruppo vi sono anche i rapporti interpersonali, le esperienze e il modo in cui essi vedono il futuro. Un gruppo unito e armonico è fondamentale per raggiungere gli obiettivi della riunione.
Per tale motivo bisognerà prestare attenzione ad evitare che la discussione venga monopolizzata da uno o pochi partecipanti e che venga lasciato il giusto spazio per esprimere i dissensi e le opinioni contrastanti. Per coinvolger tutti, ad esempio potrebbe dire: “ Vorremmo conoscere anche l'opinione di..”.(chiamare per nome il partecipante).
Gli interventi personali dovrebbero essere brevi e soprattutto attinenti all'argomento trattato. Se qualcuno dovesse dirottare l'attenzione su questioni diverse, il conduttore dovrebbe intervenire con tatto e riportare la conversazione sui giusti binari (può dire: “Grazie di aver espresso la tua opinione, ma adesso torniamo al punto focale della questione”).
I disaccordi vanno gestiti senza intaccare la dignità di nessuno (mai dire frasi del tipo:” Hai sempre idee stupide”) e cercando sempre di trovare un punto in comune che lasci aperto il dialogo e la voglia di trovare una soluzione (ad es: “non è esattamente quello che pensavo io, ma è un'idea da valutare”). 
Per questo motivo non è produttivo concentrarsi sul soggetto o criticare chi esprime l'opinione, ma tenere la mente focalizzata sulla questione intesa come azione (ad esempio dire: “Per me questa azione che hai fatto è sbagliata”). Se un partecipante si sente attaccato a livello personale, smetterà di collaborare.
Il motivo del dissenso va espresso in modo chiaro, senza generalizzare sull'argomento (es: “non sono d'accordo su questa azione perché...”).
La partecipazione alla riunione va stimolata con domande dirette (es:” Tu cosa ne pensi? Qual' è la tua opinione?”).
Il clima dovrà essere mantenuto sempre su un tono entusiasta e partecipativo. Se si avvertono segni di stanchezza o distrazione, potrebbe essere opportuno proporre un momento di pausa. 
Nel momento in cui tutti hanno espresso la loro opinione ed è chiaro cosa ogni partecipante pensa, sarà necessario fare il punto della situazione partendo dai punti in cui tutti sono di comune accordo. 

Le fasi di una riunione e il verbale
La riunione si divide in tre fasi;
- Fase di apertura: è il momento iniziale, in cui è necessario coinvolgere i partecipanti attraverso un riassunto breve dello scopo della riunione e dell'obiettivo da raggiungere. Per coinvolgerli si può indicare anche cosa ci si aspetta da loro (es: Oggi vorrei conoscere l'opinione di tutti voi su...).
- Svolgimento: durante questa fase di esamineranno uno per uno i punti espressi nell'ordine del giorno (ODG), stabilendo un piano di azione in riferimento ad essi e il ruolo che ciascuno dei partecipanti avrà (Cosa di deve fare? Chi lo farà?). È sempre in questa fase che si stabiliranno gli obiettivi da raggiungere, tenendo conto che dovranno essere in base al modello "SMART (Significativi, Misurabili, Accessibili, Realistici, Tempestivi)". Obiettivi che non sono SMART sono difficili da raggiungere.
- Fase di chiusura: è il momento in cui viene fatto il riassunto di quanto è avvenuto, degli argomenti trattati e degli obiettivi raggiunti. In questa fase viene fornito un feedback sul contributo della riunione e concordato un piano di azione (che dovrà indicare chi agisce, in che modo ed entro quale limite di tempo). Il piano d’azione verrà monitorato nel tempo (follow-up), tramite l'uso di e-mail e/o telefonate. Questo fornirà lo spunto per individuare tutte le aree critiche che necessitano una modifica o un miglioramento.

Durante la riunione non bisogna dimenticare di stilare un verbale, che andrà compilato a rotazione dai partecipanti. Nel verbale si indicherà:
- chi ha partecipato, 
- di cosa si è discusso, 
- gli obiettivi da raggiungere, 
- le scelte fatte 
- il piano di azione concordato. Una copia del verbale va distribuita ad ogni partecipante entro 48 ore dall'incontro. 

Una riunione di successo dipende in gran parte dall'abilità di chi la conduce. Seguendo queste indicazioni, si otterrà un risultato eccellente.

A cura della Dott.ssa Margherita Ciciarelli, Psicologa e Psicoterapeuta
(www.studiopsicologiaclinicagiuridica.com) 





Data di ultima modifica: 07/11/2013



Commenta l'articolo
Voto (1) (10)
Commento
  Per lasciare un commento devi registrarti al sito
Clicca QUI per registrarti


4 Giugno 2015

A mio parere, bisognerebbe curare molto di più l'aspetto dell'Employer Branding, i cui contenuti formativi dovrebbero essere inseriti nei percorsi dedicati all'area HR. E' un aspetto centrale per comprendere come le soft skills digitali possono essere di supporto ai processi organizzativi. Leggi commento
8 Maggio 2015

Ritengo molto efficace la costruzione di una buona social reputation. Ad esempio uso quotidianamente Linkedin per mantenere aggiornato il mio profilo professionale. Quello che, invece, percepisco come esigenza personale, che estendo anche a nome dei miei colleghi, è un’offerta ad hoc dedicata a percorsi mirati di personal branding. Leggi commento

Utenti più attivi

Master Mind

50 articoli - 5 Commenti

Master Woman

10 articoli - 0 Commenti

Walter Mark

1 articoli - 0 Commenti

Patrizia Simonetti

30 articoli - 0 Commenti

Roberto Porreca

2 articoli - 0 Commenti

Remo Vegni

1 articoli - 0 Commenti

Margherita Ciciarelli - psicologa e psicoterapeuta

18 articoli - 0 Commenti

Erika Mastrantonio

3 articoli - 0 Commenti

Tag cloud
innovazione dei programmi didattici    Equis    periodo di crisi    scontistica    costo di un master    confronto    business    figura professionale    servizi    formazione imprenditoriale    affidabilità    riforma lavoro    tirocinio aziendale    offerta formativa    iceberg    youtube    conflitti    prezzi    tutor    trasparenza informazioni    formazione aziende    cfo    on-line    abilità    formazione continua    incentivi    comunicazione efficace    formazione a distanza    lezioni    crediti    coworking    stress crisi    programmazione aziendale    la scelta di un master    software    Learning Management System    buone pratiche    esami    volontà    scuole    trasparenza    gestire conflitti aziendali    valutazione    gestione del tempo    costo    mansione    placemet    profilo multiskill    finanziaria    buona comunicazione    tipi di contratto    associazione    guida scrivere curriculum    classificazione    specializzazione    quota di iscrizione    stage    psicologico    costo master    assistenza    corso di aggiornamento    frequentare master    lezioni peerdute    fisso    felicità    sviluppare le competenze organizzative e gestionali    master e corsi on line    post-laurea    testimonianza diretta    fasi riunione    Italia    Capi di azienda    lavoro    pratica    E-learning    frode    fiducia nel futuro    delusioni    conoscenze e tecniche    chiarezza    formazione interna    tagli    al passo con i tempi    stage esercitazioni    master per professionisti    investimento    regole    riforma fornero    m fallimenti    aiuto psicologico    confusione    borsa di studio    colloquio di lavoro    curriculum corpo docente    lettera di presentazione    crisi    aggiornamento professionale    benefici buon curriculum    ore    Conseguenze    parlare in pubblico    guida scrittura curriculum    differenza e-Learning live da on-demand    fromazione manageriale    condurre riunione    time managment    trovare lavoro    correttezza    fisiche    scegliere un master    innovazione didattica    giovani    socio    master e lavoro    onestà    azienda    inprenditori    startup    corsi    curriculum vitae    il tempo di un master    differenze    master universitario    Career Services    corpo docenti    Cestor    Asfor    attestato    servizi E-Learning    apprendimento    università    manager    esperienza delle business school    truffa    skill    aggiornarsi    valore    un buon ufficio placement    master inserimento nel lavoro    ricerca del lavoro    posto fisso    master primo livello    fare una riunione    valutare le informazioni sui master    essere produttivi    master e corsi di alta formazione    merityo    merito    ufficio    libri    formazione dipendenti azienda    placement    formazione LMS    apprendimento e aggiornamento e-learning    lavoro part time    marketing    formarsi    imprese italiane    contratto determinato    candidato    cosa è conflitto    assessment    cv    Sfc    nuova sfida    lavorare    positività    crediti formativi    part time    formazione personale aziendale    aggiornamento    spendibilità    master per liberi professionisti    crisi del sistema economico produttivo    professionale    master per laureandi    superare crisi    master secondo livello    cosa sono le risorse umane    malessere    corsi di formazione    studenti trovano lavoro    studenti    cosa fa chi si occupa di risorse umane    scegliere un master in base al tempo    master    start up    comunicazione aziendale    come scrivere un curriculum    professionisti    conflitto azienda    spoerimentazione    programma innovativo    liberi professionisti    competenza    trasparenza business school    come fare    master sabato    giusta durata master    auto imprenditorialità    Social Enterprise    programma master esercitazioni pratiche    terminare gli studi    blog    fiducia    spesa    Studiare    investire    corpo docente    informazioni corsi business school    banca    master formula week end    professionalità    cfu    psicologia positiva    regola    voglia di fsare    tipi di riunioni    rimettersi in gioco    programma    programma didattico    placement coaching    digitale    scegliere    saper fare    testimonianze business school    Assoconsult    esercitazioni master    Eabis    share economy    aster    recuperare lezioni online    certificazione    vantaggi    power    come formare personale azienda    carriera    secondo livello    cercare un lavoro    avviare    dirigenti    formazione    trovare un lavoro    scelta    posto    master venerdì sabato e domenica    conoscenza approfondita    cambiamenti 2014    consigli    business school    economica    scegliere il corpo docente    master on-line    esperienza business school    formazione continuaspendibilità    quota di partecipazione    conflitto tecnico e organizzativo    formula week end    idea    feedback    buon master    target    conoscenze    comunicazione interna    insegnanti    prezzo di un master    vantaggi e-learning    consiglio    master in periodo di crisi    contratti lavoro    di giovani Imprenditori    faculty    organizzare riunione    test    Imparare a parlare in pubblico    relazioni    video divertente    disoccupazione    lezioni sabato    possibilità relazionali    esercitazioni    corpo docente master    tirocinio    durata    come parlare in pubblico    stage garantito    ammissione    edizioni    scelta del master    meritocrazia    ferrafilm    testimonial    aziende    importanza corpo docente    funzione risorse umane    contratto indeterminato    benessere    lezioni online    manageriale    gestione conflitto    borse di studio    procedura    prezzo    licenziamenti    webinar    qualità    crearsi formazione    disoccupati    diritti e doveri morali    selezione    estero    imporenditori disoccupati    ufficio placement    serietà    le cause di un conflitto    accreditamenti    cfp    sostegno    Fornero    corso di specializzazione    prestigio    quale scuole li offrono    codice etico    qualità della business school    corso di formazione    testimonianze    esperienza    scegliere un master con le esercitazioni    Conflitto e Contrasti differenze    indagine    percorso coaching    svantaggi    apparenza       benessere organizzativo    organizzare una riunione    testing    didattica e-learning    imprenditori    scrivere un curriculum in tempo di crisi    autocandidatura    contrasto    gestire il tempo    competenze    esercitazione    scuola    consigli su come scrivere un curriculum    MBA    scuola di alta formazione    come fare una riunione    ex-allievi    psicologo Coach    saper cambiare    sabato    ruoli riunione    mercato    mentali    colloquio    qualità. MBA    informazione    procedure    sconti    recruiting    conflitto sociale e relazionale   

Copyright MasterJournal.it 2011